· 

UN MONDO PIU' SANO

un albero verde e rigoglioso, con un tronco forte e sano; rappresenta l'amore per la terra e la ricerca del naturale

Lungo il percorso per migliorare il tuo benessere inizierai a ragionare anche sull'ambiente in cui vivi.

Pensaci... 

Cominci col prestare maggiormente attenzione a ciò che mangi, leggi più approfonditamente le etichette degli alimenti che acquisti, inizi a porti domande sulla provenienza degli stessi...

Il passaggio successivo sarà quello di domandarti che tipo di prodotti utilizzi per la cura personale, se fino a ieri compravi il primo bagnoschiuma che trovavi in offerta, oggi capisci che non sono tutti uguali...

E magari inizierai anche a chiederti se sia importante, anche per te, che il pianeta in cui vivi non diventi una discarica a cielo aperto, o una serie di risorse da sfruttare a nostro piacimento...

Non ti preoccupare, non c'è niente di strano in tutto questo, stai solo facendo un ulteriore passo verso la consapevolezza.

 

A questo punto, purtroppo, molti di noi si sentono sopraffatti da questo genere di pensieri. 

“Si mi piacerebbe fare qualcosa ma...non ho tempo, ho troppe cose a cui pensare, non ho abbastanza soldi per cambiare stile di vita...”

Secondo me questo accade prima di tutto perchè spesso ci piace trovare delle scuse, ma soprattutto perchè fare qualcosa di concreto per noi e per il pianeta su cui viviamo, sembra qualcosa che va ben aldilà delle nostre possibilità.

 

Parliamo di alimentazione. Non mi stancherò mai di ripetere che il cibo è la nostra prima cura, gli alimenti che ingeriamo hanno il potere di farci stare bene o al contrario di toglierci energia e vitalità. Fortunatamente in questi ultimi anni c'è una grande attenzione a questo argomento e si stanno moltiplicando le proposte bio, a km 0 o comunque di cibi per i quali esiste una certificazione di qualità. 

Sappiamo che anche in questo ambito, sfortunatamente, ci sono aziende il cui unico scopo è quello di guadagnare a tutti i costi e per questo mentono sulla provenienza o sul metodo di coltivazione/allevamento dei loro prodotti; crescono però esponenzialmente i controlli che vengono fatti ed il consumatore è abbastanza tutelato. 

Mi puoi far notare che l'acquisto di prodotti bio è molto più costoso rispetto a prodotti non certificati. E' vero, ma fino ad un certo punto. La situazione è molto cambiata rispetto a qualche anno fa, quando la domanda era talmente limitata da far sì che le poche ditte che producevano biologico vendessero a costi proibitivi. 

Considera anche il fatto che un'alimentazione sana ed equilibrata implica un consumo di alimenti il più possibile naturali, e la quasi totale eliminazione di cibi già pronti. Una buona pasta condita col pomodoro fresco costerà sicuramente meno del primo piatto che troviamo già confezionato nel reparto surgelati, per intenderci. 

Vuoi poi considerare quanti soldi spendiamo in cibi che ci fanno solo male? Penso ad esempio alle bevande zuccherate, alle merendine etc etc... vedrai,anzi, che il tuo portafoglio ti ringrazierà.

Vuoi un'ottima notizia? In Italia anche frutta, verdura, animali che non hanno la certificazione bio, vantano dei controlli sull'utilizzo di pesticidi e sui metodi di allevamento che sono migliori di quelli utilizzati in quasi tutto il mondo. 

Già solo il fatto di acquistare prodotti nazionali è un  buon modo per migliorare il tuo modo di nutrirti!

 

Lo stesso tipo di discorso, lo si può tranquillamente applicare alla cosmesi e alle pulizie domestiche. Imparare a leggere le etichette dei prodotti che acquistiamo per questi scopi è già un buon inizio. Spesso, infatti, spendiamo tantissimi soldi per lavare noi e le nostre case con derivati del petrolio... fa un po' senso se ci pensi, vero? 

Nei negozi specializzati trovi tante alternative che abbiano una composizione principalmente naturale. Anche nei supermercati e nei discount spuntano quasi quotidianamente proposte altrettanto interessanti.

Il consiglio è quello di leggere attentamente la composizione degli stessi, più è corta la lista degli ingredienti, meglio sarà.

Ricorda, poi, che un modo per risparmiare ulteriormente è quello di utilizzare prodotti naturali per più cose... vuoi degli esempi? 

Se compri un buon olio di semi di lino, spremuto a freddo, puoi utilizzarlo come olio per il corpo, come maschera ristrutturante per i capelli e  puoi usarlo per cucinare. 

L'aceto? Ha mille usi diversi, puoi lavare i pavimenti, ammorbidire il bucato, togliere il calcare e condire l'insalata! 

 

Arriviamo al tema che sembra essere più ostico, e cioè come possiamo dare un supporto concreto all'ecologia della Terra senza dover partire su una nave di Greenpeace.

In realtà se, come penso, hai già iniziato a seguire i consigli di prima, hai già ridotto la quantità dei rifiuti prodotti, hai contribuito a diminuire l'uso di pesticidi e diserbanti che vengono immessi nell'ambiente, e hai fatto scendere il livello di inquinamento dovuto al trasporto delle merci. Bravo! Hai visto che non era difficile iniziare? 

Che cosa puoi fare di più? Be, non vorrei sembrarti banale,le cose che sto per dirti le avrai già sentite mille volte, ma rimangono le più immediate:

Cammina di più! Più ti muovi a piedi meno inquinamento ci sarà intorno a te. E ne trarrà giovamento anche la tua salute, il tuo aspetto fisico e anche il tuo umore... fare movimento fa bene a tante cose.

Ricicla! Per nostra fortuna in buona parte dei comuni in cui viviamo ci sono oramai diversi metodi per raccogliere ciò che è riciclabile senza troppa fatica. Anche questa pratica ti permette di risparmiare un po' di soldini: in diversi supermercati trovi, infatti, distributori di detersivi e detergenti per la persona sfusi. Paghi la bottiglia solo la prima volta e poi la ricarichi tutte le volte che vuoi. Mi è recentemente capitato di vedere ( e considera che io abito un po' fuori dal mondo) dei punti di raccolta in cui, se porti le tue bottiglie di plastica, te le pagano con dei buoni sconto...

Regala ciò che non usi più! Vestiti, scarpe, coperte vecchie... invece di gettarle nel cassonetto, puoi darle a una delle tante associazioni che li raccolgono; non fai rifiuti e aiuti qualcuno, che vuoi di più?

 

Un antico proverbio indiano recita così: “ Noi non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli”, mi sembra che in queste poche parole vi sia racchiusa un'enorme saggezza e sono sicura del fatto che se ognuno di noi fa anche solo un piccolo gesto, abbiamo la possibilità di cambiare realmente le cose.

 

Scrivi commento

Commenti: 0