· 

TROVA IL TUO STILE PERSONALE, ANCHE NELL'ALIMENTAZIONE

di Sara Piaggi

 

Oramai ci siamo (speriamo!), nonostante la Primavera non sia stata particolarmente entusiasmante da un punto di vista metereologico, è quasi terminata e siamo oramai in prossimità dell'Estate. 

Parte quindi, come ogni anno, la corsa alla famigerata prova costume e spuntano nei luoghi più impensati diete ipocaloriche fatte apposta per farci perdere peso in men che non si dica e farci assomigliare alle modelle che vediamo sui social.

Dietro a questo ci sono, ovviamente, pulsioni profonde e non razionali che muovono ognuna di noi... Il bisogno di piacere, di essere amate, di sentirsi adeguate, che ci spingono a fare scelte che spesso sappiamo non essere giuste per noi, se non addirittura nocive. 

 

Nell'ottica di una crescita personale e del desiderio di affrontare la nostra vita con più equilibrio, dobbiamo però cercare di razionalizzare determinati aspetti di noi o, comunque, cercare di essere più consapevoli delle scelte che facciamo. 

Da un punto di vista alimentare, troverai qui di seguito 4 punti che sono alla base di una corretta nutrizione e che ti invito a rileggere ogni volta che avrai la tentazione di provare una nuova dieta. 

Si tratta di 4 aspetti che, se applicati alla vita di tutti i giorni, potranno rivoluzionare la tua idea di alimentazione. Bada bene, non si tratta di consigli miracolosi che ti permetteranno di perdere 7 kg in 7 giorni, bensì di uno stile di vita, che ti consentirà di andare più a fondo dentro di te e di comprendere che il modo migliore per superare qualsiasi tipo di prova è esaltare la tua Unicità. 

 

  1. IMPARA A SCEGLIERE (DAVVERO) CIO' DI CUI TI NUTRI. Viviamo in una società in cui abbiamo a disposizione praticamente ogni tipo di alimento. Possiamo trovare sugli scaffali del supermercato frutta e verdura di ogni tipo, in qualunque periodo dell'anno.iamo circondati da ristoranti che servono le pietanze più disparate e, ogni giorno, siamo bombardati da pubblicità, più o meno esplicite, che ci invitano a provare questa o quella novità. In questa situazione è molto difficile comprendere che cosa sia meglio per noi e spesso ci troviamo a seguire mode, ad ascoltare i nostri amici o, addirittura, a farci trascinare dal "gruppo", senza soffermarci a pensare se sia o meno una scelta sensata. Perdiamo di vista il concetto fondamentale per cui l'alimentazione influisce sulla nostra esistenza in modi incredibili: può migliorare o peggiorare sensibilmente la nostra salute, scatenare reazioni organiche a lungo termine, agire sul nostro umore e sulla nostra capacità di vivere una vita piena e soddisfacente... La soluzione per uscire da questa empasse? Informati, vai più a fondo, leggi le etichette dei prodotti che acquisti, rispetta le stagionalità e, soprattutto, ascolta le reazioni del tuo corpo. Ognuno di noi è unico e bisogna rispettare questa caratteristica anche a tavola. 
  2. COMPRENDI CHE IL CIBO NON E' SOLO UN CARBURANTE. Questo punto mi sta particolarmente a cuore, perché troppo spesso viene trascurato. Mangiare non è e non deve essere solo rifornire il nostro corpo delle sostanze chimiche di cui ha bisogno per funzionare. Certamente questo aspetto non deve essere ignorato! Affinché noi esseri umani possiamo vivere in salute, abbiamo necessità di assumere quantità specifiche di macro e micronutrienti. E' oramai noto come ci siano proporzioni da rispettare tra carboidrati, proteine e grassi e che non dobbiamo tralasciare vitamine e minerali; sappiamo tutti che l'acqua è indispensabile, ma non può e non deve ridursi tutto a calcoli scientifici. Il cibo è gioia, è condivisione, è prendersi cura di noi stessi e delle persone che amiamo. Impariamo a fare di ogni pasto un momento speciale, a ringraziare per il cibo che mangiamo e, non da ultimo, ad assaporarlo completamente. Ricominciamo ad utilizzare tutti i sensi e ad essere consapevoli dell'effetto che ha su di noi; ogni boccone può diventare un'esperienza meravigliosa. 
  3. ASCOLTA I TUOI REALI BISOGNI. Ad esempio mangia quando hai fame. Ti sembra una frase banale? Eppure, se ci pensi bene è esattamente il contrario. Siamo troppo abituati a seguire orari imposti anche per i pasti! Il risultato è che ci sediamo a tavola perché è ora di pranzo e non perché il nostro corpo ci informa che dobbiamo sfamarlo. I risultati sono che mangiamo male, ci appesantiamo e magari abbiamo anche conseguenze di tipo fisico, una cattiva digestione o una pesante sonnolenza. Ci sono numerosi studi scientifici che dimostrano sia fondamentale non saltare i pasti ed altrettanti che ci spiegano come alcuni momenti di digiuno siano un toccasana per il nostro organismo...Ancora una volta l'invito è quello di osservarci e di cercare di comprendere che cosa sia meglio per noi, di puntare al nostro equilibrio. Solo in questo modo potremo capire se ci può essere utile evitare un pasto oppure no; scegliere se consumare quel particolare alimento, nonostante ci dicano tutti che è un toccasana. 
  4. ACCETTA DI POTER  AVERE BISOGNO DI AIUTO. Nell'ambito dell'Alimentazione, specialmente negli ultimi tempi, siamo sommersi dalle notizie più disparate, spesso in completa antitesi l'una con l'altra. In questo caos ci si sente a volte spaesati, in preda ai dubbi. Malgrado il nostro desiderio sia quello di ricercare uno stile di vita più sano, non è così semplice fare delle scelte. E' proprio in questa condizione che può essere utile rivolgersi a specialisti, che ci possono fornire un quadro più chiaro. Se si ha necessità di rivedere totalmente la propria dieta, magari perché ci sono dei problemi di salute, la figura più indicata è quella del Dietologo o del Nutrizionista, i quali hanno gli strumenti adeguati per aiutarci a compensare i vari aspetti della nutrizione. Se invece il bisogno è quello di ritrovare un rapporto più naturale con gli alimenti ed il loro utilizzo bilanciato, il Naturopata può essere l'indirizzo ideale. 

Scrivi commento

Commenti: 0