· 

LA GENTILEZZA E' CONTAGIOSA

 

In alcune giornate è più evidente che in altre, le persone che ti circondano sono chiuse, sgarbate, sembrano non essere più abituate ai rapporti umani. 

Se incontri qualcuno per strada che ti sorride, spesso la prima reazione che hai è pensare: " Cosa vorrà da me?" 

 

E sii sincera, tu stessa hai pochi pensieri gentili... 

Specialmente nei tuoi confronti! 

 

Anche se a una prima analisi potresti non accorgertene, tutto questo ha delle pesanti ripercussioni sulla vita di ciascuno di noi e non solo a livello emotivo. 

Tensioni muscolari, problemi al fegato, mal di stomaco, sono solo alcune delle possibili conseguenze di queste chiusure. 

 

Probabilmente starai pensando che tutto ciò sia riprovevole, ma tu che cosa puoi fare? non puoi di certo cambiare gli altri. 

Vero, ma come abbiamo spesso stabilito, il cambiamento comincia prima di tutto da noi. 

Prova a trattare con gentilezza ed amore prima di tutto te stessa. 

Non ti preoccupare se non sei abituata a farlo o se, addirittura non pensi di meritartelo. Puoi imparare, puoi allenarti e un'azione che oggi ti sembra impossibile, diventerà con la pratica assolutamente naturale. 

 

Ti lascio con due esercizi.

Il primo consiste nello scrivere, ogni giorno appena alzata, una cosa per cui sei grata a te stessa oppure che ami di te. Impegnati a farlo tutte le mattine, concediti cinque minuti di tranquillità, senza distrazioni ed in un luogo in cui ti senti a tuo agio e metti nero su bianco la prima cosa che ti viene alla mente. 

Diventerà giorno dopo giorno sempre più semplice, entrerai nello stato d'animo giusto e ti stupirai di quanti aspetti meravigliosi ci siano dentro di te. 

Ringraziati per quello che fai, per i tuoi successi, ma anche per i tuoi fallimenti, altrettanto importanti per la tua crescita. 

 

Il secondo consiste nel praticare la Mindfulness, osserva l'amore, la gentilezza e la gioia che sono dentro di te; non devi cercarli, devi solo prendere coscienza del fatto che ci sono.

E' così.

Non devi fare null'altro che guardarli con piena consapevolezza e lasciare che ti riempiano completamente. 

Quando sarai in grado di riconoscerli e di farti cullare dalla loro presenza, allora e solo allora potrai indirizzare questi sentimenti benefici all'esterno. 

Pensa con gentilezza alle persone che ami, ai tuoi amici e alla tua famiglia; poi a tutto il mondo, anche quella parte che razionalmente ti infastidisce o detesti... 

In questo modo farai probabilmente del bene a loro, ma sicuramente ne farai a te stessa, perché, come afferma Jon Kabat-Zinn nel suo libro " Ovunque tu vada, ci sei già": " Con questo sforzo, per quanto doloroso possa essere talvolta, ci espandiamo, cresciamo, cambiamo noi stessi ed il mondo intero".

 

Già, perché praticando con regolarità questi esercizi, ci renderemo ben presto conto che anche le persone intorno a noi cambieranno atteggiamento, saranno più aperte e disponibili verso il prossimo, perché forse non lo sai ancora, ma la gentilezza è contagiosa. 

 

Se ti va di approfondire questo argomento, ti aspettiamo alla Serata Quarzo Rosa  venerdì 29/06 allo Studio Olistico Equilibrarsi, oppure puoi prenotare la tua consulenza  scrivendoci alla mail info@studioequilibrarsi.com 

 

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0