· 

A META' STRADA

due colleghi che parlano con serenità e tranquillità. Hanno imparato l'assertività e ne colgono i frutti.

Come ti comporti se un collega ti maltratta gratuitamente davanti a tutti?

Che reazione hai se un conoscente si impone e pretende la tua attenzione, invadendo il tuo spazio?

Ecco un paio di situazioni quotidiane in cui dovremmo trovare un modo di agire appropriato.

 

Qualcuno, in questi casi, manda giù e poi deve fare i conti con la propria rabbia, altri attaccano, pur di tornare al più presto in una posizione di vantaggio.

Rimane però una possibilità, che permette di rendere i rapporti più corretti, più giusti: l'assertività.

 

Partiamo col dire che non è possibile sviluppare questa capacità in breve tempo se non ci si conosce sufficientemente, non si hanno ben presenti quali meccanismi mentali prevalgono in noi in determinate situazioni e, soprattutto, se non ci si apprezza abbastanza. 

 

Non c'è dubbio: ciascuno di noi ha la necessità di avere un pensiero positivo su di sé, non per sentirsi perfetti, piuttosto perché ha superato il giudizio talvolta lapidario di un super io ingombrante ed ha imparato ad accettare di sé anche ciò che non va. Non tutto è modificabile, non tutto di noi è piacevole... ma quando la maturità, la saggezza e la scoperta attraverso un percorso di conoscenza, ti aprono all'amore per te stesso, allora cambia tutto.

Vedi il mondo intorno a te come se fosse la prima volta e sei disposto ad abbracciare l'altro che, sebbene diverso da te, non rappresenta più un pericolo.

 

 Ora sì che, se non ne sei già capace, puoi allenarti ad avere un comportamento assertivo: esercitati ad esprimere ciò che pensi, in modo chiaro ed efficace, comprese le tue emozioni, senza subire le reazioni, offendere o aggredire chi hai di fronte. Impara ad agire nel tu pieno interesse, difendendo con tenacia la tua opinione ed i tuoi diritti, senza dimenticare quelli altrui. Comunica con sincerità quello che provi, il tuo punto di vista; argomenta con calma e semplicità. Chiediti se sei chiaro e sincerati che il tuo messaggio sia arrivato così come lo volevi esprimere. 

 

L'assertività è il punto di equilibrio tra due estremi, da una parte c'è il comportamento passivo, dall'altro quello aggressivo: analizza quale propensione hai e trasformala in un punto di lavoro. Il tuo obiettivo sarà quello di discostartene, all'inizio meccanicamente, poi via via diventerà naturale. Acquisirai strategie utili per risolvere conflitti, sarai in grado di accettare le sconfitte, i no, gli imprevisti, i problemi.

La tua realtà cambierà aspetto e vivrai una vita più piena e gratificante; per ultimo, non in ordine di importanza, grazie al comportamento assertivo sosterrai la tua capacità di compiere scelte. 

Non credi che ne valga la pena?

 

Ti sei immedesimato durante la lettura? Hai individuato qualche spunto di riflessione personale? Qui puoi saperne di più...

 

Morena 

 

Scrivi commento

Commenti: 0