· 

5 NUOVE ABITUDINI

di Sara Piaggi

 

Da qualche giorno è partita la fase due.

Dopo questi lunghi mesi in cui ci siamo trovati a fare i conti con una realtà completamente stravolta, con l'isolamento e con la preoccupazione, abbiamo proprio voglia di tornare alla normalità. 

 

Ma se provassimo a fare tesoro di alcune cose imparate (o meglio re-imparate) in questo periodo? 

Allora ecco qui, cinque abitudini che possiamo provare a portare con noi, che possono darci il giusto spunto per vivere meglio ed in modo più equilibrato nonostante tutto. 

Ah! Niente paura...Come sempre troverete nei miei consigli anche la giusta dose di ironia e leggerezza! 

 

1. TEMPO PER RILASSARSI

Siamo perfettamente d'accordo, il tempo non ci è mancato e, anzi, abbiamo sperimentato un'emozione che avevamo praticamente rimosso: ci siamo annoiati. 

Nel nostro mondo iper-frenetico, la noia è una cosa che non esiste; non abbiamo tempo e, anche quando ci sarebbe, lo riempiamo con le attività più disparate. Ma, nonostante le pulizie compulsive, le lezioni on line e le telefonate chilometriche, siamo arrivate ad avere momenti in cui non avevamo nulla da fare! 

Bene! E' proprio in questi frangenti in cui il corpo si rilassa e  la mente si rigenera.

Il nostro respiro rallenta e ci possiamo finalmente concedere di osservare noi stesse ed il mondo che ci circonda. 

Portiamo questi istanti nella fase due, sono preziosissimi. 

 

2.CIBO E NON SOLO

Alzi la mano chi non ha sperimentato almeno una nuova ricetta durante il lockdown. 

Con i ristoranti chiusi e più tempo a disposizione abbiamo riscoperto la cucina casalinga, il piacere di scegliere con cura gli ingredienti, la voglia di passare ore ai fornelli, magari cucinando con i nostri cari. 

Bene! Anche questa è un'abitudine da portare con noi, questo approccio al cibo è curativo sotto molti punti di vista. 

Ci fa riscoprire sapori più autentici e più sani, ci permette di disintossicarci da alimenti artificiali e dannosi per il nostro fisico e, soprattutto, ci ricorda quanto sia importante nutrirci con amore ed attenzione, per noi e per coloro che amiamo. 

 

3.ATTIVITA' FISICA

Ammetto che chiusi in casa non è stato facile ma ci siamo ingegnate...On line si trovavano lezioni di yoga, fitness, ballo a tutte le ore ed è cresciuto in modo esponenziale l'acquisto di attrezzi ginnici. 

Più o meno tutti abbiamo trovato il modo di fare un po' di sano esercizio fisico. 

Magari per la noia di cui sopra o perché ci è un po' sfuggita di mano la panificazione...Magari perché ci siamo rese conto che la totale immobilità per mesi sarebbe stata deleteria per il nostro benessere psico-fisico. 

Bene! Sono tutte ottime ragioni da tenere ben presenti anche per il futuro. 

Un po' di attività, costante e mirata, ci fa stare meglio, ci mantiene giovani e fa sì che le nostre attività quotidiane siano meno pesanti da sopportare: ad esempio se i nostri muscoli sono più tonici ed allenati, ci peserà molto meno lavorare davanti al pc o giocare con i nostri figli. 

 

4. ABBRACCI E RISATE 

Quanto ci è mancato poter abbracciare la nostra famiglia ed i nostri amici? Quanto tempo abbiamo passato a pensare a quanto si potrà di nuovo stare insieme? 

Bene! Non scordiamo questo desiderio e non lasciamo passare un giorno senza dire ai nostri cari quanto siano importanti per noi! 

Abbracciamoci, tanto e spesso. Quando lo facciamo scateniamo nel nostro organismo reazioni fisiche e mentali potentissime; stiamo bene, in tutti i sensi e allo stesso tempo facciamo stare bene l'altra persona...Meglio di così...

E ridiamo, perché ridere insieme ci unisce, ci insegna a prendere la vita con più leggerezza, migliora il nostro umore e...Persino il sistema immunitario! 

 

5.RISPETTO PER IL PROSSIMO

In questo periodo difficile ci siamo sentiti tutti più vicini, di fronte alla pandemia e alla sofferenza condivisa si sono moltiplicate le iniziative di sostegno e di volontariato. Abbiamo in tutti i modi cercato di aiutare, ognuno seguendo le proprie inclinazioni e le proprie possibilità. 

Bene! Forse una delle cose più importanti che ci ha insegnato questo momento è che possiamo tutti fare la differenza. Che siamo tutti parte di qualcosa di più grande e che ogni vita è importante e preziosissima. 

Mi piacerebbe che questo rimanesse con noi per sempre. L'amore ed il rispetto per chi condivide con noi questo pianeta dovrebbe sempre influenzare il nostro modo di vivere. 

 

E vorrei non fosse solo un'utopia. 

Scrivi commento

Commenti: 0